L’algoritmo del famoso social sotto le accuse di quello che dovrebbe essere il nuovo proprietario, Elon Musk, anche se per ora le trattative sono ferme.

Elon Musk: L’algoritmo manipola le persone

In un nuovo Tweet Elon Musk si è schierato contro l’algoritmo di Twitter. Il funzionamento, semplificando al massimo, potremmo definirlo come un intelligenza artificiale che sceglie quali tweet mostrare sulla home dell’utente. Una cosa simile a quella che succede con l’applicazione di Meta, Facebook, che seleziona tra i post di amici, gruppi e pagine cosa mostrare nella sezione principale.

Elon Musk ha quindi invitato i seguaci ad attivare la versione -Latest tweers- sui loro account. Lo scopo sarebbe impedire all’algoritmo di selezionare al posto dell’utente i tweet che compaiono sulla home page.

Nel Tweet, visibile nella foto in capo all’articolo, ha illustrato i vari passaggi da effettuare, ricevendo oltre 400 mila like.

Come se non bastasse il Patron di Tesla e Space X ha poi aggiunto una frase a metà tra complottismo e verità: “L’algoritmo vi sta manipolando in modi che non potete nemmeno immaginare“. Ha poi aggiunto: “Senza tenere conto di tutti i Bug che potrebbe contenere, penso che la soluzione migliore sarebbe renderlo Open Source.  In questo modo potrà essere corretto dalla community e infondere fiducia negli utenti”.

Non è mancata la pronta risposta di Jack Dorsey, uno dei fondatori della piattaforma: «L’algoritmo di cui parli è realizzato e pensato per non farti perdere tempo quando sei via per un po’».

Ancora non è ben chiaro quanto possano pesare le parole di Elon Musk sulla questione, visto che teoricamente l’acquisizione di Twitter è stata bloccata.

Il nodo da sciogliere, per portare a termine il passaggio di bandiera, riguarda la percentuale di account bot, che secondo l’attuale amministratore ammonta al 5%, mentre Musk contesta affermando che il dato potrebbe essere ben più alto.

Mirko Pili
Autore Tecnoandroid con la passione per l'informatica. Ragioniere e perito commerciale mi occupo di Trading e commercio online.