Carrefour e Tuodì chiudono: addio a questi storici negozi italiani

Sono i brand di supermercati italiani che stanno riuscendo a offrire un grande quantitativo di soluzioni dal punto di vista alimentare e non solo. I marchi più importanti vedono tra loro nomi altisonanti del calibro di Carrefour e Tuodì.

Entrambi albero deciso di chiudere in alcune zone, soprattutto per riorganizzarsi sul territorio italiano.

 

Tuodì e Carrefour abbandonano: ecco quali sono le chiusure disposte dai due colossi

Tuodì ha scelto di chiudere nel Lazio, più specificamente due punti vendita. Sarebbero circa 12 i lavoratori in disoccupazione e altri 49 a rischio. Sarà attuata, secondo quanto riportato dal web una sequenza di “procedure di licenziamento collettivo formalizzate in data 28 marzo dalle società Pifo srl per i punti vendita di piazza Pio XI numero 20 e via Fonteiana 59/73 per un totale di 25 lavoratori. Ed inoltre dalla società Cala srl per un totale di 24 lavoratori che operavano nei punti vendita di Via Casalina e via Montecompatri”. 

Per quanto riguarda invece Carrefour e la chiusura presso Le Sorgenti a Frosinone, questo è il comunicato ufficiale sul sito di Carrefour:

“Giovani e Ambiziosi, ci piace definirci così. […] L’esperienza di questi primi 14 anni ha fatto il resto: ci ha insegnato che sono i dettagli a fare la differenza, che è la qualità dei nostri prodotti a renderci riconoscibili e che fare acquisti nei nostri supermercati deve essere per i nostri clienti un piacere. Ecco perché dagli arredi alla disposizione, dall’ampia selezione di prodotti freschi e non sino alle eccellenze più ricercate, estetica e tecnologia sono stati, negli anni, il fulcro della nostra continua ricerca, crescita e innovazione”.