Carrefour e Tuodì dicono addio: chiusura in vista per gli store e licenziamenti pronti

Nessuno avrebbe mai pensato che la crisi potesse cogliere di sorpresa anche marchi altisonanti come Carrefour e Tuodì, i quali nel corso del tempo hanno permesso a tutti di conoscere la qualità in Italia.

Allo stesso tempo sembra chiaro che alcune saracinesche saranno pronte ad abbassarsi. Ciò che preoccupa sarà l’alto numero di licenziamenti che tutta la situazione comporterà, ovviamente in maniera inevitabile. 

 

Carrefour e Tuodì chiudono alcuni negozi: ecco il resoconto della situazione

Tuodì abbasserà la saracinesca di alcuni dei suoi negozi nel Lazio. Sarebbero circa 12 i lavoratori in disoccupazione e altri 49 a rischio. Sarà attuata, secondo quanto riportato dal web una sequenza di “procedure di licenziamento collettivo formalizzate in data 28 marzo dalle società Pifo srl per i punti vendita di piazza Pio XI numero 20 e via Fonteiana 59/73 per un totale di 25 lavoratori. Ed inoltre dalla società Cala srl per un totale di 24 lavoratori che operavano nei punti vendita di Via Casalina e via Montecompatri”. 

Per quanto riguarda invece Carrefour e la chiusura presso Le Sorgenti a Frosinone, questo è il comunicato ufficiale sul sito di Carrefour:

“Giovani e Ambiziosi, ci piace definirci così. […] L’esperienza di questi primi 14 anni ha fatto il resto: ci ha insegnato che sono i dettagli a fare la differenza, che è la qualità dei nostri prodotti a renderci riconoscibili e che fare acquisti nei nostri supermercati deve essere per i nostri clienti un piacere. Ecco perché dagli arredi alla disposizione, dall’ampia selezione di prodotti freschi e non sino alle eccellenze più ricercate, estetica e tecnologia sono stati, negli anni, il fulcro della nostra continua ricerca, crescita e innovazione”.