google-pixel-watch-potrebbe-arrivare-tre-diverse-variantiQuando Google ha presentato il nuovo Google Pixel 4 nel 2019, gli utenti erano entusiasti di provare il riconoscimento facciale. Motion Sense e Soli permettevano il monitoraggio del movimento e della profondità in tempo reale. Tuttavia, Motion Sense ha mostrato risultati promettenti durati poco.

Motion Sense è stato un componente chiave dei Google Pixel non solo per sbloccare il dispositivo con il riconoscimento facciale, ha permesso anche l’introduzione di nuovi gesti per gestire i media: musica, sveglie, e così via. L’idea non si è concretizzata al meglio e gli innumerevoli aggiornamenti hanno fatto ben poco per migliorare la situazione.

Il servizio offerto da Motion Sense sui Google Pixel è quello che si avvicina di più all’attualmente inimitabile Face ID di Apple. Sfortunatamente, lo sblocco del dispositivo grazie al riconoscimento facciale non è sufficiente per impedire a Motion Sense di essere scartato in tutti i modelli Pixel. Rimuovi Motion Sense dall’equazione e ti renderai conto che Soli è incredibile. Creare un chip radar in miniatura che si adatti alla cornice superiore di uno smartphone non è un compito facile. Certo, le cornici del Pixel 4 sono spesse rispetto ai suoi successori e sarebbe una sfida ancora più grande stipare un chip Soli nel Pixel 6 quasi senza cornice.

Motion Sense, l’unica funzione di autenticazione biometrica di Pixel 4, è autorizzata a funzionare solo in una manciata di Paesi. Se non vivi negli Stati Uniti, in Canada, a Singapore, in Australia, a Taiwan, in Giappone o nella maggior parte dell’Europa, sei sfortunato. Questa disponibilità limitata è stata la sua condanna.

Google Pixel 4: Motion Sense e Soli inseparabili ancora per poco

Soli era anche considerevolmente più costoso del vecchio e affidabile scanner di impronte digitali trovato nei Pixel precedenti e successivi al Pixel 4. Sebbene Soli sia stato assente nei telefoni Google negli ultimi tempi, è ancora vivo e vegeto. Lo troverai nel Nest Hub di seconda generazione. Molti dei gesti Motion Sense di Pixel 4 sono disponibili sull’ultimo smart display di Google e funzionano davvero bene. Agitare una mano verso il Nest Hub per mettere in pausa i tuoi contenuti multimediali dall’altra parte della stanza è più facile che cercare di gridare “Ehi, Google” sopra la canzone che ami di più che risuona a tutto volume dal tuo Nest.

Nest Hub si affida anche a Soli per rilevare quando sei nelle vicinanze e per monitorare i tuoi ritmi del sonno. Posizionato su un comodino, il radar Soli di Nest Hub si estende abbastanza per rilevare quando stai dormendo e per monitorare la tua respirazione. Soli fa anche la sua comparsa nel termostato Nest aggiornato, ma non ci sono gesti divertenti per regolare la temperatura. È stata una corsa sfrenata per Soli e Motion Sense. Il clamore che ha portato al rilascio del Pixel 4 era palpabile, ma quel clamore è svanito rapidamente. I gesti Motion Sense erano incostanti e l’eccellente autenticazione biometrica non era sufficiente per salvare l’ammiraglia.

Aspettatevi di vedere più Soli, probabilmente senza Motion Sense, in futuro. Il dipartimento Advanced Technology And Projects (ATAP) di Google ha mostrato su cosa sta lavorando con Soli nel 2022. Google vuole utilizzarlo per migliorare l’esperienza dell’utente nei prodotti per la casa intelligente. Sebbene abbia un brillante futuro, è difficile dire lo stesso per Motion Sense. Affinché il duo funzioni, sarebbe necessario un nuovo modo di pensare, una revisione completa di Motion Sense e modifiche tecniche che lo renderebbero disponibile in tutto il mondo. Probabilmente, sarà relegato nella pila di esperimenti software falliti che non sfruttano del tutto l’hardware su cui fanno affidamento.

Avatar
Procrastinatrice cronica e allo stesso tempo perfezionista. Innamorata perdutamente delle scienze umanistiche. Nel 2017 ho iniziato a lavorare per Tecnoandroid, riscoprendo e consolidando anche la passione per la tecnologia.