IPTV: contratti Sky e DAZN illegali bloccati, multate 500.000 persone in Italia

La volata finale per la Serie A è ufficialmente partita. Le ultime quattro giornate del campionato italiano dovranno emettere i verdetti di fine stagione, tra lotta scudetto, Champions e salvezza. Tanti appassionati di calcio cercheranno di seguire la loro squadra del cuore non attraverso i canali ufficiali di DAZN, ma bensì con lo streaming IPTV.

 

IPTV, quanti rischi per la Serie A in streaming gratuito

Lo streaming illegale, o il pezzotto, rappresentano una via percorribile per tutti gli italiani che desiderano risparmiare sino al 90% rispetto ai regolari prezzi di DAZN, Amazon Prime Video e Sky. Il risparmio però non è l’unico fatto da tenere in considerazione per chi sceglie questa tecnologia.

Di mese in mese, infatti, si intensificano i controlli delle forze dell’ordine contro l’IPTV e crescono anche le sanzioni. Ad oggi, i trasgressori che si affidano al pezzotto possono incorrere in una multa molto salata, sino a 30mila euro. Per alcune persone, in caso di recidiva, è anche prevista la reclusione dai sei mesi a tre anni.

Le truffe rappresentano poi il secondo deterrente. Tanti malintenzionati intercettano clienti interessati all’IPTV attraverso WhatsApp o attraverso Telegram. Gli utenti, dopo aver pagato abbonamenti annuali, non ricevono poi alcun servizio in cambio.

La scelta dello streaming illegale IPTV è anche vincolata ai canali VPN. Di per sé, la tecnologia è legale e rappresenta uno strumento consigliassimo e facile da usare per qualsiasi utente per navigare protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.