iphone oro

Ogni smartphone contiene metalli preziosi tra cui oro, argento, rame, platino e palladio.

Questi metalli preziosi ora sembrano più preziosi che mai, poiché ci troviamo di fronte alla prospettiva che un giorno non saremo più in grado di permetterci di scavarli dal terreno.

Il valore nascosto dei metalli all’interno dei nostri dispositivi e il modo in cui potremmo estrarre al meglio quei materiali è uno degli argomenti che saranno discussi.

Gli smartphone sono depositi di metalli preziosi. Si stima che un tipico iPhone contenga circa 0,034 g di oro, 0,34 g di argento, 0,015 g di palladio e meno di un millesimo di grammo di platino. Contiene anche l’alluminio meno prezioso ma comunque significativo (25 g) e il rame (circa 15 g).

Una tonnellata di iPhone fornirebbe 300 volte più oro di una tonnellata di d’oro e 6,5 volte più argento di una tonnellata d’argento

E questo è solo l’inizio. Gli smartphone contengono anche una gamma di elementi tra cui ittrio, lantanio, terbio, neodimio, gadolinio e praseodimio.

Questi sono tutti presenti in quantità relativamente piccole. Ma attualmente più di due miliardi di persone hanno uno smartphone e si prevede che il numero aumenterà. Inoltre, la concentrazione di alcuni di questi elementi, come l’oro e l’argento in un telefono cellulare, è in realtà molto più alta.

Diventerà un problema in futuro

Il problema è che due miliardi di persone passano a un nuovo telefono all’incirca ogni 11 mesi, il che significa che il loro vecchio smartphone viene gettato in un cassetto da qualche parte e dimenticato, o viene buttato via.

Di questi appena il 10% viene riciclato e i loro preziosi componenti recuperati e riutilizzati. È una vera miniera d’oro negli armadi, nelle scatole, nelle discariche. In un’epoca in cui il “picco” sta iniziando ad essere raggiunto da molte risorse oltre al petrolio.

Un milione di telefoni cellulari potrebbe fornire quasi 16 tonnellate di rame, 350 kg di argento, 34 kg di oro e 15 kg di palladio.

Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it