Perché video e file inviati e ricevuti hanno spesso una risoluzione scadente nei messaggi di testo? Un problema comune e di lunga data soprattutto per gli utenti Android.

I messaggi di testo sono sempre più complicati, in particolare se lo scambio di contenuti avviene tra utenti Android e utenti iOS. A causa di alcuni fattori, gli allegati multimediali come foto e video possono risultare di qualità scadente se inviati tramite messaggi di testo, a seconda del destinatario e del suo telefono. In genere, chi possiede un iPhone non riscontra mai problemi di questo genere.

Il servizio di messaggistica multimediale, o MMS in breve, è il modo in cui i dispositivi inviano contenuti multimediali ad altri telefoni tramite messaggi di testo. Nulla di nuovo, ma questa tecnologia risale all’inizio degli anni 2000, un periodo in cui la qualità delle foto della maggior parte dei telefoni cellulari era di pochi megapixel. Gli smartphone recenti sono fin troppo evoluti.

Il problema principale con gli MMS è che la maggior parte degli operatori ha un limite incredibilmente rigoroso sulla dimensione dei file che possono essere inviati. Se un’immagine o un video è troppo grande, il file viene compresso. La piattaforma Messaggi di Apple ha un limite meno restrittivo, intorno ai 100 MB. Poiché i messaggi inviati tra iPhone non lasciano mai i server Apple, la qualità è di gran lunga superiore. I contenuti multimediali inviati da un iPhone a un dispositivo Android o qualsiasi cosa inviata tra dispositivi Android, invece, quasi con assoluta certezza avrà una qualità scarsa.

Video e file di grandi dimensioni nei messaggi di testo: le soluzioni per Android

Non esiste una soluzione effettiva per migliorare i video inviati tramite MMS. I limiti di dimensione dei file sono imposti dagli operatori e c’è ben poco da fare a riguardo. Esistono soluzioni alternative che implicano l’utilizzo di servizi di messaggistica diversi: la soluzione più ovvia e banale ma anche la più efficace. Telegram e WhatsApp sono solo alcune delle app più popolari ormai diffuse ovunque. Tuttavia, di seguito vi ricordiamo alcuni accorgimenti da prendere in considerazione.

WhatsApp consente di inviare video fino a 16 MB, ma se scegli di inviare video come documenti (selezionando “Documento” anziché “Galleria” nel menu), puoi arrivare fino a 100 MB senza ulteriore compressione. Telegram è un’altra opzione popolare per l’invio di messaggi e ha un limite ancora più alto: fino a 1,5 GB. La condivisione di file di grandi dimensioni è possibile anche tramite Google Foto. Scegli il video o la foto desiderati dall’app Foto, premi il pulsante di condivisione e seleziona uno dei tuoi contatti (o crea un collegamento, quindi invialo al destinatario).

Il sistema RCS su Google Messaggi potrebbe essere la risposta definitiva al problema un giorno, ma al momento l’azienda non intende effettuare alcun passaggio. Questo sistema è il sostituto previsto per MMS, con supporto per file di dimensioni maggiori, e i gestori stanno lentamente cedendo per utilizzare l’implementazione di Google come unico standard di riferimento.

L’app Messaggi di Google sta attualmente sperimentando anche un nuovo modo per inviare immagini e video tramite SMS/MMS. L’intento è aggirare questi protocolli e creare automaticamente un collegamento a Google Foto che il destinatario può aprire con la qualità completa intatta.

Avatar
Procrastinatrice cronica e allo stesso tempo perfezionista. Innamorata perdutamente delle scienze umanistiche. Nel 2017 ho iniziato a lavorare per Tecnoandroid, riscoprendo e consolidando anche la passione per la tecnologia.