Una gestione Covid in Cina all’insegna della tecnologia su smartphone, vaccino facoltativo ma tanto rigore nel lockdown e controlli.

Covid, Cina: É obbligatorio vaccinarsi? Esiste il Green Pass?

In Cina la maggior parte delle persone ha aderito alla campagna vaccinale anti Covid. Tuttavia la vaccinazione non è obbligatoria e il sistema è un po’ diverso rispetto all’Italia.

L’accesso ai vari servizi, per esempio ristorante o mezzi di trasporto, non è vincolato al fatto di essere o meno vaccinati.

Per accedere ai vari servizi è comunque obbligatorio avere un green pass, ma questo non dipende dai vaccini ma deriva dal tracciamento degli spostamenti.

Il tutto funziona attraverso lo smartphone tramite il tracciamento dei contatti, il colore cambia da verde a giallo o rosso in caso di incontro con persone positive.

Da lì in poi si possono avere limitazioni negli spostamenti, quarantena oppure l’obbligo di fare un tampone, che in Cina è sempre gratuito.

Quali contromisure sono state messe in atto?

La strategia del governo Cinese nei confronti del Covid-19 è sempre orientata alla politica di zero contagi.

Seppur molto complessa e sacrificante da mettere in atto, nelle prime fasi dell’epidemia ha dato buoni risultati, permettendo un ritorno alla vita normale in tempi abbastanza brevi.

Con l’arrivo delle nuove varianti, ad alta trasmissibilità, le misure di contenimento come il buon senso dei cittadini non sono bastate ad arginare i focolai ed il governo ha dovuto nuovamente fare ricorso al lockdown.

Ma quali sono le misure messe in campo? Principalmente si dividono in tre tipologie.

La nuova direttiva ovvero la prima misura, nonché la più rigida, prevede che le persone in aree sottoposte a lockdown restino in casa con divieto di uscire e ricevano i beni tramite i sistemi delle consegne a domicilio.

La seconda riguarda le persone che vivono in aree controllate dove possono uscire di casa ma non lasciare la propria comunità. Infine la terza, meno restrittiva, riguarda le aree sottoposte a regime di prevenzione dove vige solamente il divieto assoluto di aggregazione.

 

Mirko Pili
Autore Tecnoandroid con la passione per l'informatica. Ragioniere e perito commerciale mi occupo di Trading e commercio online.