whatsapp-risolto-problema-molto-fastidioso-funzionalita

WhatsApp rappresenta da sempre il centro privilegiato di tutti gli hacker della rete, intenzionati a truffare il prossimo. Nelle settimane della piena emergenza Covid, proprio sulla piattaforma di messaggistica istantanea si sono verificati numerosi tentativi di inganni a danno del pubblico.

 

WhatsApp, le fake news con i Green Pass in vendita a 100 euro

Ancora oggi, nonostante la fine dello stato di emergenza sul Covid, le truffe proseguono. Su WhatsApp, a tal proposito, è ancora possibile imbattersi nelle famose fake news relative alla vendita dei Green Pass rafforzati.

Tanti malintenzionati della rete, per cercare di attirare l’attenzione di coloro che sono più scettici sul tema della vaccinazione, stanno proponendo in vendita certificazioni verdi fasulle il cui costo si aggira sui 100 euro. 

Come già sperimentato in passato, questi messaggi promozionali per i Green Pass rappresentano una semplice truffa a danno degli utenti. Dopo aver attirato l’attenzione del lettore, l’obiettivo del truffatore è infatti quello di estorcere denaro allo stesso utenti. Inutile dire che successivamente al pagamento non è garantita alcuna certificazione verde.

A sostegno di questo tentativo di truffa c’è un indizio da non sottovalutare. La richiesta di pagamento da parte dei malintenzionati su WhatsApp avviene con metodi non tracciabili, per mezzo di criptovalute monete virtuali. 

Anche a stato di emergenza concluso, tutte le informazioni sul Covid, sulla vaccinazione e sul Green Pass devono essere richieste alle autorità sanitarie nazionali o locali. Ricordiamo al tempo stesso che in caso di messaggi sospetti su WhatsApp è necessario segnalare il tutto ai tecnici della chat.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.