covid nuova variante xj

Una nuova variante di Omicron, denominata XJ è stata isolata per la prima volta in Italia da un laboratorio di Reggio Calabria.

Il virus XJ è stato isolato dal laboratorio dell’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria, diretto da Maria Teresa Fiorillo, in due casi di soggetti positivi al coronavirus, e i risultati sono stati inviati all’Istituto Superiore di Sanità (Iss) che li ha validati.

XJ è una ricombinazione delle sottovarianti di Omicron BA.1 e BA.2 e finora era noto solo per un numero limitato di casi registrati alla fine di marzo scorso in Finlandia.

Cosa possiamo rischiare per colpa di questa variante

Ha causato mutazioni che possono consentire alla malattia di diffondersi più facilmente e più rapidamente, elude  i vaccini e l’immunità causando malattie più gravi. Ma gli esperti affermano che non ci sono prove che XJ sia più pericoloso in questa fase.

Omicron XE è stato recentemente rilevato nel Regno Unito con centinaia di casi. Ora un nuovo ceppo viene segnalato in Europa e in Asia, riferisce Wales Online.

Un certo numero di casi di Omicron XJ sono stati rilevati in Finlandia alla fine di marzo. Ora un caso è stato individuato in Italia, e validato dall’Istituto Superiore di Sanit.

Allo stesso tempo è stato rilevato un caso in Thailandia. Il Dipartimento di Scienze Mediche del Paese ha trovato il codice genetico XJ in un corriere con diagnosi di Covid a Bangkok.

L’uomo era stato vaccinato. Il direttore del dipartimento Supakit Kirilak ha dichiarato: “È molto probabile che si tratti del ricombinante XJ. Ha incontrato molte persone a causa della natura del suo lavoro. Ciò lo ha reso vulnerabile alle infezioni”.

Supakit ha affermato che la variante rilevata non è sicuramente il ceppo XE, che è stato rilevato per la prima volta nel Regno Unito a gennaio. Al 22 marzo 2022, c’erano 763 casi di XE nel Regno Unito.

Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it