Postepay e phishing: i clienti perdono tutti i risparmi con la nuova truffa

I rischi per i cittadini che si sono affidati al risparmio bancario continuano ad essere molto alti in Italia. Nel corso delle precedenti settimane molti clienti con un conto corrente di alcune banche importanti così come molti titolari della carta ricaricabile Postepay hanno evidenziato una la presenza di ingenti tentativi di truffe online.

 

Postepay, la truffa che mette in pericolo i risparmi degli utenti

I malintenzionati della rete si sono oramai specializzati nei tentativi di phishing legati ai conti di Postepay. Gli hacker, finendosi parte del gruppo di assistenza dei due istituti di credito, presentano agli utenti scenari molto interessati come l’accredito automatico di ingenti somme di denaro sui conti corrente.

Questi messaggi hanno ovviamente dei link in allegato. L’interesse dei malintenzionati è proprio nell’indirizzare gli utenti a cliccare su questi link. Basta un semplice click da parte dei lettori agli hacker per ottenere accesso ai dati personali delle vittime e la possibilità di accedere ad informazioni sensibili. Da qui anche scenari ancora peggiori che portano al furto dell’identità digitale e alla creazione di profili fasulli in rete.

Ulteriore scenario da non sottovalutare per gli utenti di Postepay e altre banche è la possibile attivazione in automatico dei servizi a pagamento sui profili tariffari TIM, Vodafone e WindTre, proprio in virtù di tali truffe online.

Gli utenti degli istituti bancari devono prestare particolare attenzione alla possibile condivisione delle credenziali di home banking. Bastano pochi secondi, in questo caso, per ottenere accesso illimitato ai conti e per rubare anche ingenti parti di risparmi.