Postepay e banche: le truffe che stanno portando via i risparmi agli utenti italiani

Continuano i pericoli per tutti coloro che hanno un conto bancario in Italia. Nel corso di questi giorni, tanti malintenzionati hanno messo sotto tiro tutti i cittadini che hanno un contratto presso i principali istituti di credito italiano. Oltre ad alcune banchei malintenzionati hanno accerchiato con le loro comunicazione anche i clienti di Postepay.

 

Postepay e banche, la truffa che mette in pericolo i risparmi

Per quanto concerne i clienti di Postepay il pericolo è sempre rappresentato dai numerosi tentativi di phishing. Gli utenti ricevono spesso SMS e mail con i malintenzionati che propongono notizie a dir poco fasulle, come l’accredito di fine somme sul proprio conto corrente.

I clienti che cadono nella trappola e che leggono questi messaggi, spesso cliccando anche sugli appositi link in allegato, cascano nel tranello degli hacker. In questa circostanza, gli utenti di Postepay potrebbero mettere a serio rischio la proprietà dei dati personali. I cybercriminali, nella maggior parte dei casi, con queste mail ed SMS mirano proprio alla condivisione delle informazioni sensibili. 

Altro importante pericolo per i clienti è quello relativo alla possibile attivazione dei servizi a pagamento sui profili tariffari TIM, Vodafone e WindTre. Laddove venissero attivati i servizi a pagamento, la spesa non desiderata potrebbe superare la decina di euro a settimana.

Attenzione massima poi anche per l’eventuale condivisione delle proprie credenziali di home banking. In caso di furto di questi dati, in pochi secondi gli hacker potrebbero rubare anche ingenti parti dei propri risparmi su conto e carta Postepay.