Google-rimosse-dal-Play-Store-11-app-pericolose

Il colosso Google ha deciso di rimuovere immediatamente dal Google Play Store ben 11 applicazioni sospette. Stando a quanto è emerso, infatti, all’interno di esse sarebbe presente un codice malware molto pericoloso per gli utenti in quanto è in grado di carpire numerosi dati sensibili, tra cui e-mail, posizione e numeri di telefono.

 

 

Google ha deciso di rimuovere dal Play Store ben 11 app molto pericolose per gli utenti

I ricercatori Serge Egelman della UC Berkeley e Joel Reardon dell’Università di Calgary hanno scoperto in 11 applicazioni presenti sul Play Store la presenza di un codice malware. Quest’ultimo è stato creato e ideato da Measurement Systems.

Si tratta di una società che, stando a quanto è emerso in rete, è collegata a un appaltatore della difesa della Virginia che a sua volta si occupa di cyber intelligence per le agenzie di sicurezza nazionale degli Stati Uniti. Gli sviluppatori di queste 11 applicazioni sospette sarebbero stati pagati dalla società Measurement Systems per inserire i kit di sviluppo software (SDK) all’interno di queste ultime e, in questo modo, erano in grado di ottenere numerosi dati degli utenti. Ecco qui di seguito il nome delle applicazioni.

• Speed Camera Radar

• Al-Moazin Lite (Prayer Times)

• Wi-Fi Mouse (remote control PC)

• QR & Barcode Scanner (developed by AppSource Hub)

• Qibla Compass – Ramadan 2022

• Simple weather & clock widget (developed by Difer)

• Handcent Next SMS-Text with MMS

• Smart Kit 360

• Al Quran MP3 – 50 Reciters & Translation Audio

• Full Quran MP3 – 50+ Languages & Translation Audio

• Audiosdroid Audio Studio DAW

Google ha dunque deciso di rimuovere immediatamente le applicazioni in questione dal Play Store, ma comunque queste erano già state scaricate da milioni di utenti. Qualora le aveste scaricate, cancellatele al più presto.

Anna Lisa Ferilli
Grande appassionata di smartphone e tecnologia, attualmente sono editor presso www.tecnoandroid.it. Sono inoltre iscritta presso Università del Salento per conseguire la laurea magistrale in Lingue moderne, letterature e traduzione.