Netflix: dopo le dimissioni dall’Academy, Will Smith viene "bandito" dalla piattaforma

Tempi duri per l’attore Will Smith. Le immagini della notte degli Oscar hanno fatto il giro del mondo, segnando definitivamente una carriera piuttosto conosciuta. L’uomo, conosciuto per i film “Io sono leggenda”, “Bad Boys”, “La ricerca della felicità”, “Men in black”, “Indipendence Day” e tanti altri, dopo aver schiaffeggiato il presentatore in diretta mondiale, è stato accantonato anche da Netflix. Egli avrebbe dovuto recitare nell’opera “Fast and Loose”, storia di un boss del narcotraffico che dopo un attentato perde la memoria, ma per uno “strano caso” è andato a monte (dichiarazione di The Hollywood Reporter). 

Netflix: le parole deluse di Gabriele Muccino

In tutto questo, il regista che ha diretto l’attore in La ricerca della felicità e Sette Anime nonché Gabriele Muccino, ha deciso di dire la sua: “Ho scritto a Will. Lo immagino devastato. E mi sembra ancora impossibile che tutto ciò sia successo veramente, a lui?! A Will?! Non c’è momento in cui non mi chieda come stia.

Sotto la gogna del mondo intero. Una vita intera dedicata a diventare una stella del firmamento con rigore, studio, disciplina, serietà, professionalità. E 15 secondi per polverizzare tutto. Perché questo è successo. Ha polverizzato tutto come se avesse avuto un Blackout della ragione. Lui che ragiona sempre così attentamente su tutto. Non ha senso quello che gli è accaduto, però è accaduto, è irreversibile, incancellabile, e lui ne è l’unico responsabile. E io che a Will ho voluto e voglio bene davvero, non riesco a fare pace col fatto che si sia fatto saltare in aria così, senza motivo, con l’Oscar che sapeva, era nell’aria, lo aspettava a distanza di minuti.

Una volta parlando con lui, io gli dissi che il mio carattere era talmente impulsivo che tendenzialmente avrei potuto iniziare a correre per decidere durante la corsa dove andare. Lui mi disse che ero pazzo. Che lui non poteva far nulla senza pianificare e progettare tutto prima. Mi disse che non si doveva avere un piano B. Perché il piano B ti distrae e deconcentra dal piano A. Mi disse tante cose. Illuminanti, sagge, bizzarre, potenti, colme di sentimento e intelligenza. Ti voglio bene Will – Mi dispiace davvero tanto sia andata così. TANTO.”

La ricerca della felicità sta andando molto male per Will Smith, speriamo nell’arrivo di giorni nuovi per l’attore dal cuore d’oro.

Avatar
La scrittura rende liberi ed io amo la libertà come la fotografia, l'arte, la natura e la pace. Scrivo poesie da quando ero bambina e in ogni cosa che faccio metto cuore ed anima. Sono una perfezionista, ballerina, attrice, make up artist, e cerco la bellezza in tutto ciò che mi circonda.