Postepay e banche italiane, è un vero incubo: utenti derubati dei risparmi

Ci sono grandi pericoli da tenere in considerazione per tutti gli italiani che hanno un conto attivo presso uno dei principali istituti di credito. Nel corso di queste ultime settimane sono aumentate in maniera sensibile le truffe a danno dei correntisti di varie banche o anche degli utenti che hanno una carta ricaricabile con Postepay.  Proprio qui in basso vi lasciamo alcune informazioni molto importanti che potrebbero tornarvi utili.

 

Postepay, la truffa che mette in pericolo i risparmi

I tentativi di phishing legati a Postepay sono ora all’ordine del giorno. I clienti degli istituti di credito, ricevono spesso via mail o anche via SMS comunicazioni in cui si evidenziano possibili accrediti sui conti dal valore superiore ai 1000 euro.

Tali messaggi sono ovviamente fasulli e sono inviati dagli hacker con l’obiettivo di attirare l’attenzione dei lettori. I lettori che cadono in queste trappole e che cliccano sui link di corredo a queste comunicazioni mettono a serio rischio la loro sicurezza online. I malintenzionati, infatti, in caso di click sui messaggi riescono ad accedere in automatico ai dati personali delle vittime e alle loro informazioni sensibili. 

Per mezzo di questi messaggi, ad esempio, i clienti Postepay potrebbero trovarsi al centro di casi di furti identitari in rete così come potrebbero trovarsi attivati servizi a pagamento sui profili tariffari TIM, Vodafone e WindTre.

Il pericolo peggiore per i clienti Postepay resta comunque quello per le credenziali di home banking. In caso di condivisione di questi dati, in pochi secondi gli hacker potrebbero rubare anche ingenti parti dei propri risparmi.