A quanto pare molto presto Apple dovrà letteralmente tirare i conti con tutta la sua utenza europea, la Consumer Competition Claims sta infatti per aprire il fascicolo intitolato “Cosa sta sbagliando Apple”, sulla scia già di un precedente procedimento che ha portato ad una sanzione ad Apple di ben 50 milioni di euro per colpa delle eccessive commissioni applicate nel suo App Store.

 

A causa delle commissioni esagerate a pagare sono gli utenti

Se prima ad alzare la voce contro Apple è stata l’agenzia antitrust dell’Olanda, l’ACM, ora a fare la voce grossa sono i consumatori, e così come si moltiplica l’utenza a fare denuncia si moltiplicano i guai per Apple, infatti la richiesta di risarcimento è salita a ben 5 miliardi di euro, non solo a favore degli utenti olandesi, bensì per tutti quelli europei, a cui l’associazione si rivolge per completare il primo step della class action.

L’errore di Apple si ripercuote come un domino sugli utenti, l’eccessiva tassazione sugli sviluppatori li obbliga ad innalzare i costi degli acquisti in app per recuperare, di solito un +30%, ogni consumatore paga troppo sia per acquistare le app che per gli acquisti in app.

Il Consumer Competition Claims ha rilasciato la seguente dichiarazione: “(Depositeremo) una class action nei Paesi Bassi, con la quale rappresenteremo gli interessi di tutti i consumatori europei che hanno acquistato un’app o effettuato un acquisto in app tramite App Store dal primo settembre 2009 in poi. Per consentirci di procedere nel modo migliore possibile è importante che i consumatori si uniscano alla class action. Più consumatori si uniscono, maggiori pressioni riusciremo a fare su Apple per fermare questa pratica scorretta.

Se dunque volete unirvi anche voi vi basterà verificare di rispettare le seguenti condizioni:

  • Possedere un iPhone o un iPad
  • Aver acquistato un’app o effettuato un acquisto in app da Settembre 2009
  • Avere la residenza in uno stato europeo.

Rispettate tali condizioni vi basterà iscrivervi al seguenti link.

Eduardo Bleve
Studente di medicina e da sempre appassionato di tecnologia, musica e curiosità scientifiche.