Per OnePlus i prossimi mesi saranno impegnativi. L’azienda lancerà una manciata di nuovi dispositivi, tra cui il OnePlus 10 Pro a livello globale in arrivo sul mercato dal 31 marzo. Subito dopo debutteranno alcuni modelli della linea Nord. Anche per OnePlus 10R ci sono delle novità in vista, ma il feedback non è dei migliori. Il dispositivo ricorda molto alcuni modelli Realme.

Un rapporto di 91Mobiles afferma che il 10R sarà dotato di un display AMOLED FHD+ da 6,7 ​​pollici con una frequenza di aggiornamento di 120 Hz e supporto HDR10+. Presumibilmente sarà alimentato dal chip Dimensity 8100 di MediaTek, anche se una voce precedente suggeriva che OnePlus avesse scelto il Dimensity 9000. I leaks affermano che il dispositivo potrebbe perdere la funzione Alert Slider.

Altre specifiche indicano 8 o 12 GB di RAM con 128 o 256 GB di spazio d’archiviazione. Secondo quanto riferito, il sistema a tripla fotocamera nella parte posteriore includerà un obiettivo Sony IMX766 da 50 MP con OIS, una fotocamera ultra grandangolare da 8 MP e una macro da 2 MP. Un ulteriore obiettivo da 16 MP dovrebbe far parte del display.

Realme o OnePlus 10R: nessuna differenza sostanziale, solo la ricarica rapida

Uno dei punti salienti di OnePlus 10R potrebbe essere la sua velocità di ricarica. I leaks indicano che una variante del 10R sarà dotata di una batteria da 4.500 mAh con supporto per la ricarica rapida da 150 W. Quasi tutti i marchi di proprietà di BBK – Oppo, OnePlus e Realme – hanno confermato al MWC 2022 che la ricarica a 150 W avrebbe debuttato sui loro telefoni quest’anno. Da allora, Realme ha già annunciato la GT Neo 3 con velocità di ricarica incredibili.

È interessante notare che se le specifiche trapelate del 10R si rivelano accurate, potrebbe essere solo una variante rivisitata di quanto proposto da Realme. Anche Nord 3 avrà specifiche simili. Le società fanno parte della stessa azienda madre, ma sembra che questi marchi stiano pianificando di lanciare dispositivi con gli stessi interni, marchi diversi e con design leggermente modificati.

Avatar
Procrastinatrice cronica e allo stesso tempo perfezionista. Innamorata perdutamente delle scienze umanistiche. Nel 2017 ho iniziato a lavorare per Tecnoandroid, riscoprendo e consolidando anche la passione per la tecnologia.