Gli smartphone al giorno d’oggi sono dei dispositivi a dir poco essenziali Nella routine di ognuno di noi, i piccoli device tascabili infatti ci consentono di svolgere numerose attività da quelle più banali come pubblicare una foto sui social a quelle più complesse come gestire il nostro conto corrente per inviare dei pagamenti.

Questo contesto profondamente inclusivo porta però gli smartphone a far transitare nelle loro memorie un quantitativo di dati decisamente importante, i quali nel tempo finiscono con il saturare il device rendendolo decisamente meno performante e scattante.

Tutto ciò può ovviamente minare l’esperienza d’uso del vostro dispositivo preferito rendendola a tratti frustrante, se anche voi vi doveste trovare nella stessa situazione ecco la guida che stavate cercando.

 

Come ripulire il vostro smartphone

Prima di procedere con i passi che vi elencheremo assicuratevi di spegnere il dispositivo e di rimuovere la scheda MicroSD e la SIM, dopodiché accendetelo nuovamente ma con la combinazione tasti premuta Power e volume più, così facendo il dispositivo entrerà nel recovery menù, all’interno del quale, spostandovi con i tasti volume, dovrete selezionare le voci wipe data factory reset e wipe dalvik cache, utilizzando il tasto Power.

Una volta terminate le due procedure e recatevi presso la sezione reboot and selezionatela, così facendo il dispositivo si riavvierà è una volta terminato il processo potrete notare la cancellazione di tutte le personalizzazioni precedentemente presenti, processo che dunque eliminerà tutti i file superflui che in precedenza stavano rallentando il vostro dispositivo, con un conseguente miglioramento delle prestazioni.

Eduardo Bleve
Studente di medicina e da sempre appassionato di tecnologia, musica e curiosità scientifiche.