L’attualità è sempre in primo piano su WhatsApp. Dopo l’emergenza Covid nei mesi scorsi, sulla piattaforma di messaggistica istantanea in queste settimane si leggono molti messaggi inerenti tanto il conflitto in Ucraina, tanto la conseguente crisi dei costi. La maggior parte delle notizie diffuse via WhatsApp rappresentano però informazioni sbagliate per i lettori.

 

WhatsApp, le nuove fake news relative al caro benzina

I seguito ai messaggi truffa legati alla campagna di vaccinazione, in queste ore su WhatsApp circolano catene relative alla presenza di buoni sconto per la benzina. Tanti lettori stano ricevendo a tal proposito messaggi in cui si propongono coupon per la benzina dal valore di 100 euro. 

I buoni sconto ovviamente non sono veritieri, ma sono il frutto di una tecnica messa in atto con astuzia dagli hacker. Forti dell’attualità del problema costi per i carburanti, i malintenzionati della rete stanno proponendo finti buoni sconto per la benzina con il preciso intento di attirare l’attenzione dei lettori.

Gli iscritti di WhatsApp che cadono nella trappola dei finti buoni sconto per i carburanti vengono invitati a cliccare su un link in allegato. Successivamente a costoro sarà richiesto anche un form da compilare in tutte le sue parti. Il form richiedere la condivisione di numerosi dati riservati e personali.

L’obiettivo degli hacker è proprio la racconta di dati ed informazioni riservate. Anche grazie a queste truffe, i malintenzionati ricevono materiale utile per dar seguito ad episodi di furti d’identità e anche per la creazione di profili fake sui diversi canali web.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.