Componente più importante all’interno di uno Smartphone e senza alcun dubbio la sua batteria, il pacco energetico e infatti indispensabile per il funzionamento di tutte le componenti presente all’interno del dispositivo, il quale altrimenti non sarebbe nient’altro che un costoso fermacarte.

Sebbene si tratti della componente più importante quest’ultima e anche la più fragile, la batteria infatti essendo composta di Celle agli ioni di litio è passibile di numerose tipologie di insulti: chimici, elettrici e fisici, che possono minarne la salute e dunque abreviarne drasticamente la durata di vita.

Un altro concorrente però nel decidere lo stato di salute della batteria e senza alcun dubbio il suo proprietario, quest’ultimo con le proprie azioni può infatti contribuire a danneggiarla oppure a migliorarne lo status.

 

Gli errori più comuni

Tra le pratiche che maggiormente danneggiano la batteria ovviamente la più diffusa al mondo ma anche la più dannosa è quella di ricaricare il dispositivo quando quest’ultimo è in carica, tale pratica porta infatti ad un elevato surriscaldamento della componente che nel tempo finisce con il danneggiarsi, a maggior ragione se si ha l’abitudine di montare una cover di protezione sul device.

Un altro errore molto diffuso è quello di utilizzare solo ed unicamente caricabatterie rapidi, l’elevato amperaggio infatti porta ad una produzione di calore eccessivo difficile da gestire per la batteria.

In ultima istanza abbiamo che è può risultare dannoso anche l’esposizione a temperature estreme, l’estremo caldo e l’estremo freddo sono decisamente nocivi per le celle agli ioni di litio, particolarmente sensibili agli sbalzi di temperatura.

Eduardo Bleve
Studente di medicina e da sempre appassionato di tecnologia, musica e curiosità scientifiche.