netflix

Ci sono così tanti servizi di streaming e ognuno probabilmente ha dei contenuti che vuoi guardare, ma se ti abboni a tutti, può diventare piuttosto costoso.

Tecnicamente, hai solo bisogno delle informazioni di accesso di qualcuno che ha tale accesso. La condivisione delle password è una pratica non insolita, ma ai servizi di streaming non piace molto e Netflix sta provando un nuovo metodo per combatterla, semplicemente chiedendo agli utenti di pagare un costo aggiuntivo nel caso in cui volessero aggiungere più utenti al loro piano abbonamento.

Netflix ha annunciato che sta per lanciare un programma pilota in tre nazioni, Cile, Costa Rica e Perù, ma bisogna ricordarsi che in realtà non ci sta nulla che vieta la condivisione delle password secondo i termini di Netflix. La società chiederà semplicemente alle persone che lo fanno di pagare un po’ di più ogni mese.

Ecco i prezzi indicativi

Gli utenti Netflix in questi paesi potranno presto aggiungere fino a due “sotto-membri” al proprio account. Ognuno riceverà il proprio profilo e le informazioni di accesso. Il prezzo per l’aggiunta di un sub-membro in Costa Rica, dove un piano Netflix di base costa 8,99 dollari, sarà di 2,99. I prezzi degli altri due paesi per i sub-membri risultano all’incirca allo stesso prezzo.

È un’idea interessante e che potrebbe finire per funzionare. Di certo Netflix non vuole che gli utenti condividano le password, vogliono solo più iscritti e abbonamenti. La condivisione delle password è anti etica secondo Netflix, ma chiudere gli account di chi lo fa alla fine danneggerebbe i loro profitti e sarebbe anche una cattiva pubblicità per il servizio di streaming.

 

Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it