rai

Sono settimane decisive per quello che sarà il destino del canone RAI. A breve, infatti, potrebbero esserci interessanti novità per il pagamento di uno dei tributi più contestati da parte degli italiani.

 

RAI, gli scenari per l’addio del canone in bolletta

Tutte le novità inerenti il pagamento del canone RAI partono dalle note del Decreto Concorrenza. Proprio nel Decreto legge è infatti contemplata una possibile eliminazione della tassa per la tv di Stato dall’attuale impianto delle bollette per l’energia elettrica.

La possibile eliminazione del canone RAI nasce dall’adesione dell’Italia al programma del PNRR europeo. Come richiesto dall’Unione Europea, infatti, anche la nostra nazione deve garantire massima trasparenza per la presenza di tutte le componenti aggiuntive che risultano presenti sulle fatture per l’energia domestica.

Per i prossimi mesi non sono previste importanti modifiche per il pagamento del canone RAI sulle bollette, mentre importanti novità a riguardo potrebbero già arrivare a partire dal 2023.

In Italia, il canone RAI è presente nelle bollette per l’energia elettrica a partire dal lontano 2015 con la Riforma voluta dal Governo Renzi. Sempre con la medesima Riforma, il costo della tassa è stata abbassata agli attuali 90 euro rispetto ai 117 euro di partenza. Per i cittadini, possibile anche la divisione in diverse rate.

L’addio al canone RAI sulle bollette dell’energia elettrica dovrebbe essere però preceduto da una successiva riforma onde evitare un ritorno all’evasione, che sino al 2015 aveva indici altissimi. Sulla base delle ultime rilevazioni, gli introiti del canone portano nelle casse della tv di Stato circa 1,7 miliardi di euro.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.