Gli italiani stanno dimostrando anche in questa prima parte di 2022 di essere sempre più legati alla tecnologia dello streaming IPTV. Con la ripresa del campionato di Serie A e con l’imminente ripresa della Champions League saranno sempre di più gli appassionati di calcio che cercheranno di vedere Sky, DAZN e Amazon Prime Video senza un regolare abbonamento.

 

IPTV, quanti rischi per la Serie A in streaming gratuito

Lo strumento dello streaming illegale garantisce senza alcun dubbio una serie di benefici. I clienti, infatti, avranno la possibilità di accedere con importanti risparmi a tutti i contenuti delle tv a pagamento. Spesso i risparmi superano le centinaia di euro all’anno. Il beneficio dei costi non deve però finire per occultare quelli che sono i rischi per l’IPTV.

Come evidente dalle recenti operazioni condotte dalle autorità competenti, tutti coloro che scelgono l’IPTV rischiano una sanzione pecuniaria dal valore di 30mila euro. Per i casi recidivi è inoltre predisposta anche la carcerazione dai sei mesi a tre anni.

Le truffe sono la seconda evenienza da evitare. Le conversazioni ed i gruppi di Telegram e di WhatsApp sono ricchi di malintenzionati che vendono ticket per l’IPTV senza corrispondere alcun servizio in cambio.

La tecnologia dello streaming illegale spesso è vincolata anche ai canali VPN. Di per sé, la tecnologia è legale e rappresenta uno strumento consigliassimo e facile da usare per qualsiasi utente per navigare protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.