nintendo switchNintendo ha messo in guardia dai siti Web che pretendono di vendere la sua console Nintendo Switch con offerte e sconti imperdibili.

“Abbiamo confermato l’esistenza di un sito Web fraudolento che impersona la homepage di Nintendo”, ha twittato la società di videogiochi. “Si prega di fare attenzione a non scambiarlo per il nostro sito Web ufficiale e di non acquistare prodotti da siti non verificati”. L’azienda ha anche avvertito che l’acquisto tramite questi siti potrebbe trasferire involontariamente informazioni personali e finanziarie a persone malintenzionate, che potrebbero quindi utilizzarle per furto di identità o altri crimini. Oltre alla frode stessa della console che probabilmente non arriverà mai.

“L’acquisto di prodotti su siti poco attendibili può causare danni come l’acquisizione non autorizzata di informazioni personali. Fai attenzione a non scambiarli per il nostro sito Web e non acquistare prodotti da siti Web falsi”, ha specificato Nintendo.

Nintendo Switch: l’azienda avverte gli utenti di stare attenti alle continue truffe proposte online

Nintendo ha recentemente annunciato il suo Switch OLED, ma proprio come Sony e Microsoft, l’azienda sta facendo i conti con la carenza di chip che rende difficile produrre più console. Pertanto, non sorprende che i potenziali acquirenti non guardino con attenzione ciò che ritengono un buon affare. Riuscire ad acquistare una console ormai sembra un’impresa impossibile. Nel 2017 i fan di Nintendo Switch sono stati nuovamente presi di mira da alcuni hacker che hanno indotto gli utenti a scaricare software dannosi che secondo loro avrebbero fornito accesso agli emulatori.

I video di YouTube caricati dai truffatori dicevano agli spettatori che avrebbero giocato a The Legend of Zelda: Breath of the Wild di Nintendo su un PC visitando un sito Web e scaricando un apposito file. In realtà, il link indirizzava gli spettatori ad un sito di sondaggi che permetteva ai truffatori di ricevere denaro per ogni modulo completato.

Avatar
Procrastinatrice cronica e allo stesso tempo perfezionista. Innamorata perdutamente delle scienze umanistiche. Nel 2017 ho iniziato a lavorare per Tecnoandroid, riscoprendo e consolidando anche la passione per la tecnologia.