Motorola segue la strada già intrapresa dai suoi rivali e si dedica alla realizzazione di uno smartphone costituito interamente dal display. Aziende come Samsung, Huawei, Xiaomi hanno già dato modo di conoscere dei brevetti, e non solo, nei quali sono apparsi degli smartphone il cui display ricopriva ogni angolo della loro superficie, adesso anche Lenovo potrebbe avere intenzione di presentare un Motorola Razr con display avvolgibile. 

 

Motorola Razr con display avvolgibile: ecco un primo brevetto!

 

Il Motorola Razr brevettato dall’azienda non si distingue esclusivamente per la presenza di un display avvolgibile. Lo smartphone, oltre ad essere dotato di un display flessibile che va a ricoprire la zona anteriore, i lati e la zona posteriore, presenta dei tasti virtuali che vanno a sostituire i tasti fisici in modo davvero interessante. Secondo quanto riferito dal documento, infatti, il dispositivo sarebbe in grado di percepire la sua posizione e quindi modificare di conseguenza la posizione dei pulsanti virtuali e le modalità di visualizzazione della schermata. L’utente, dunque, potrebbe utilizzare lo smartphone in qualsiasi posizione.

Seguendo quanto realizzato da Samsung, il colosso sembra inoltre avere intenzione di abbinare al suo smartphone anche uno stilo che, data la larga superficie d’utilizzo, potrebbe dimostrarsi particolarmente utile.

Le caratteristiche del presunto Motorola Razr lo rendono senza alcun dubbio meritevole di attenzione. Uno smartphone con display flessibile e avvolgente, privo di tasti fisici e con stilo abbinato potrebbe surclassare anche i dispositivi Samsung attualmente in commercio ma è opportuno ricordare che la sua realizzazione è ancora in dubbio. L’azienda potrebbe aver bisogno ancora di tempo prima di poter procedere con la sua creazione e non è da escludere la possibilità che il brevetto venga accantonato.

 

 

Giorgia Leanza
Diplomata in Scienze Umane, Giorgia Leanza è una studentessa di Lettere Moderne presso l'Università di Catania. Appassionata d'arte, letteratura e tecnologia e si rifugia nella scrittura. Coltiva diversi interessi ed ha sempre un nuovo libro sul comodino.