Una delle aziende italiane più famose e conosciute in tutto il panorama e senza alcun dubbio poste italiane, La signora in giallo vanta infatti un bacino di utenti a dir poco incredibile conquistato negli anni grazie ai propri servizi sempre al passo coi tempi e perfettamente integrati con l’infrastruttura del paese.

Questo contesto ha contribuito negli anni a elevare il nome di poste italiane nell’olimpo delle aziende italiane, tutto ciò nasconde però un lato oscuro di pari dimensioni, spesso infatti il buon nome di poste italiane viene sfruttato indebitamente dai truffatori per accaparrarsi la fiducia delle vittime cercando così poi di rubare loro i dati sensibili.

Queste truffe prendono corpo email o sms di phishing pensate per appropriarsi dei codici di sicurezza dei conti BancoPosta, i quali vengono poi svuotati immediatamente e anche con facilità.

 

L’SMS ruba conto BancoPosta

Il nuovo sms entrato in circolazione che molti ci stanno segnalando ribadisce il concetto, quest’ultimo avvisa di un’anomalia riscontrata sul conto BancoPosta e invita l’utente a intervenire effettuando l’accesso presso inserito più ripasso, il modus operandi del fishing e a quanto palese in quanto si spinge chi legge a compiere delle azioni le quali, faranno trapelare inavvertitamente i codici di accesso al conto.

Quel link rimane infatti ha una falsa area clienti di poste italiane la quale ricalca fedelmente il design di quello originale solo che, non appena inseriti, i vostri dati verranno immediatamente copiati e inviati al creatore della truffa.

Diffidate da questo tipo di comunicazioni, poste italiane non usa caserecci sms per comunicare.