Gli accounts Ultimate Team legati a FIFA 22 sono stati recentemente presi di mira da numerosi attacchi hacker diretti contro gli utenti PlayStation, questi ultimi hanno riportato numerosi problemi, primo tra tutti la violazione dell’account con conseguente accesso completo per gli hacker a tutto il profilo Ultimate Team, cosa che ad esempio, per il famosissimo streamer Twitch Zano, ha portato alla perdita di 60.000.000 di crediti, l’equivalente di un investimento di circa 20.000€.

Stando a quanto risultato dalle prime analisi, l’attacco ha riguardato la top cento dei giocatori, i quali nella maggior parte dei casi costituiscono anche i content creator maggiori nonché coloro che hanno investito maggiormente nel gioco.

 

Ecco come hanno fatto

Lo stratagemma sfruttato dagli hackers a prima vista appare semplice, una volta ottenuti i gamertag o l’ID PSN dei giocatori (si possono identificare facilmente dalle classifiche FIFA in-game globali, motivo per cui ad essere stati attaccati sono soprattutto i giocatori più importanti), gli hackers hanno contattato il servizio EA Help dicendo di avere l’account bloccato, effettuando richiesta di cambiamento dell’indirizzo mail associato.

La falla sta nella procedura di supporto EA, la quale per avviare una chat non richiede di essere loggati, in altre parole basta fornire un nome e una mail, dopodiché il gamertag o l’ID PSN da rubare.

Si tratta di una metodica che hackera più l’atteggiamento umano, di solito infatti servono ulteriori controlli da parte degli operatori, i quali alle volte non vengono effettuati cosa che dunque consente agli hackers di attuare la pratica con successo, rubando facilmente l’intero account.