truffe bnl banche

L’ultimo anno è stato segnato dall’impatto del Covid, che continua ad avere ripercussioni negative sulle nostre vite, sia socialmente che socialmente. Infatti, al fine di limitarne la diffusione, ci viene chiesto di prestare attenzione a diverse precauzioni, come l’uso delle mascherine e il distanziamento sociale. Quest’ultimo, infatti, ha cambiato il nostro modo di comunicare. Non sorprende che negli ultimi mesi ci sia stato un uso sempre più esteso di vari dispositivi tecnologici.

Ma a discapito degli innumerevoli vantaggi, è opportuno diffidare dei possibili rischi. In effetti, alcuni truffatori stanno cercando di sfruttare questi strumenti ad hoc per poter estorcere denaro. Sono un esempio di questa truffa i coupon Ikea falsi.

I continui attacchi phishing alle banche

Sfortunatamente, ci sono molti tentativi di truffa a cui dobbiamo fare attenzione ogni giorno. Conosco benissimo quei clienti di Intesa Sanpaolo, Unicredit e BNL, che spesso finiscono nel mirino dei truffatori. È chiaro che anche i clienti di altre istituzioni non sono al sicuro, poiché i truffatori cercano in qualsiasi modo di estorcere denaro agli utenti meno informati.

Tra i metodi più utilizzati ci sono phishing e frode tramite sms. Quest’ultimo si manifesta quando un truffatore tenta di ingannare inviando un collegamento pericoloso tramite un breve messaggio. Si parla di phishing, invece, quando la truffa è organizzata tramite E-mail. In entrambi i casi, i destinatari potrebbero pensare che il mittente sia davvero la loro banca e quindi cadere nella trappola.

Per evitare di dover fare i conti con spiacevoli inconvenienti, è sempre opportuno prestare la massima attenzione e soprattutto non cliccare mai sui link ricevuti con email o SMS sospetti. In caso di dubbio è sempre meglio contattare i canali ufficiali della propria banca e chiedere informazioni a riguardo.