La componente più importante all’interno di uno Smartphone e senza ombra di dubbio la sua batteria, la cella energetica infatti necessaria per alimentare tutte le altre componenti delle valigie in quale altrimenti non sarebbe nient’altro che un costosissimo fermacarte.

Al pari della sua importanza però abbiamo anche la sua fragilità la batteria infatti essendo composta da Celle al litio è possibile dimmelo se tipologie di insulti: fisici, chimici ed elettrici, i quali possono andare a danneggiare la seriamente rendendola inefficiente o attratti inutilizzabile.

Su tutto ciò poi influisce pesantemente anche il comportamento del proprietario dello smartphone, il quale con le proprie lezioni può abbreviare pesantemente la durata di vita della batteria oppure può anche influire positivamente rendendola più longeva.

Sono molte le pratiche diffuse attualmente che in realtà danneggiano la batteria, vediamole insieme.

 

Gli errori più letali

Partiamo parlando della pratica più dannosa ma allo stesso tempo più diffusa in tutto il pianeta, stiamo ovviamente parlando del caricare il device mentre quest’ultimo è acceso, tale abitudine porta infatti una produzione di calore eccessiva che nel tempo può danneggiare le celle al litio provocando seri danni.

Al primo errore dobbiamo aggiungere poi una possibile aggravante, caricare il device con la cover, quest’ultima infatti isolante e non consente un adeguato smaltimento del calore prodotto.

Un altro errore molto diffuso è quello legato all’utilizzo esclusivo di caricatori fast charge e, i quali a causa dell’elevato amperaggio portano a rapidi surriscaldamenti a volte dannosi.

Un’altra abitudine molto diffusa ma anche dannosa è quella di esporre il device a temperature ho estremamente calde o estremamente fredde, le celle al litio sono infatti sensibili alle temperature estreme e possono danneggiarsi a seguito di una lunga esposizione.