whatsapp-problema-vulnerabilità-android-ios-hack-messaggi

Anche nel nuovo anno continueranno con ogni probabilità le truffe di WhatsApp legate all’emergenza Covid. Durante tutto il corso di queste festività natalizie, anche in virtù delle ultime restrizioni messe in atto da parte del Governo contro la pandemia, sulla piattaforma di messaggistica istantanea sono tornate a spron battuto una serie di fake news molto pericolose.

 

WhatsApp, le fake news con i Green Pass in vendita a 100 euro

Le fake news di WhatsApp sul tema del Covid si concentrano ora in gran parte sull’argomento del Green Pass. Tanti malintenzionati cercano di attivare l’attenzione di potenziali no vax e di scettici del vaccino, mettendo a disposizione di costoro finte certificazioni verdi da acquistare ad un costo simbolico di 100 euro.

Da questa prima presentazione, è semplice intuire come dietro a questi messaggi condivisi per mezzo di WhatsApp si nascondano vere e proprie truffe. I cybercriminali hanno messo oramai in atto un sistema ben collaudato con l’obiettivo dichiarato di estorcere denaro a tutti coloro che sono restii alla vaccinazione.

Le insidie che si nascondono dietro questi messaggi però sono anche superiori. In alcuni casi, infatti, le vittime potrebbero vedere condivise le loro informazioni riservate o anche veder attivati costosi servizi a pagamento sui piani tariffari.

Per quanto concerne il Green pass e le relative norme, gli italiani devono confrontarsi solo con le autorità sanitarie nazionali o locali. Le comunicazioni fasulle di WhatsApp devono inoltre essere segnalate ai tecnici della chat o alle autorità competenti. Ad oggi, per ottenere la certificazione verde nella sua forma rafforzata è necessario completare il ciclo di vaccinazione o presentare un attestato di avvenuta guarigione da Covid negli ultimi sei mesi.