canone rai

Sono tante le domande che ci poniamo, quando si parla di canone Rai, ecco in questo caso chi pagherà e come fare per evitare la tassa.

Sappiamo che il canone Rai è una vera e propria tassa. In effetti, è riconosciuta come una tassa sul possesso di un televisore. Ciò significa che anche se il proprietario dell’utenza elettrica è qualcun altro, chi possiede un televisore dovrà pagarlo.

Anzi, anche da questo è sorto il dubbio: se paghi la bolletta della luce ma non il canone rai cosa rischi? Perché in realtà i due dovrebbero essere considerati completamente separati. Infatti il ​​canone per l’azienda che ci fornisce l’energia non viene pagato allo stesso, sono solo due oneri diversi, ma sono finiti sulla stessa bolletta.

Come e’ nata questa situazione

Facciamo un passo indietro di quasi sei anni per capire meglio la funzione fiscale. Dal 2016 lo Stato ha accesso alla riscossione del canone Rai, inserendolo come Detrazione diretta sulla bolletta elettrica. Quindi, per evitare un’evasione fiscale molto significativa, siamo andati avanti immaginando che chiunque possieda un’utenza elettrica, possieda anche almeno un televisore in casa.

In caso di Possesso di dispositivi elettronici Come funziona? Lontano da questa domanda legittima, 90 euro all’anno finiscono per fatturare ad altri utenti. Se ne hai il diritto, l’unica cosa che puoi fare per evadere è presentare un permesso sostitutivo e inviarlo all’Agenzia delle Entrate per l’esenzione. Altrimenti pagano tutti.

Si ma come? Questo è il dilemma ‘inquilino infatti possiede un televisore, quindi dal momento in cui si sistemerà in casa, sarà ancora lui ad utilizzare la cosa precedentemente acquistata. Lui paga la tassa, quindi ci saranno due casi da studiare. L’inquilino con l’elettricità a suo nome, paga la bolletta elettrica a nome dell’inquilino stesso. L’ inquilino con l’energia elettrica è ancora intestato al proprietario, si pagherà tramite il modulo F24, non essendoci un utente registrato, il canone non può essere addebitato. Attenzione a non commettere l’errore di presumere che il proprietario della casa ci paghi anche questa tassa separata, perché potresti diventare un evasore fiscale.