Motorola è pronta al lancio di una nuova versione del suo iconico smartphone pieghevole: Razr. L’azienda, proprietà di Lenovo, ha già rilasciato due versioni del dispositivo pieghevole: una nel 2019 e una più recente nel 2020.

Il dirigente di Lenovo, Chen Jin, ha rivelato le intenzioni di Motorola su Weibo. Il post suggerisce che il dispositivo avrà un processore migliore, un’interfaccia più intuitiva e un nuovo aspetto. Alcuni dettagli suggeriscono anche che il dispositivo potrebbe essere rilasciato prima in Cina, il che lo vedrebbe competere con il prossimo pieghevole di Huawei, il P50 Pocket – che costerà più di 1.000 dollari.

I dispositivi pieghevoli saranno probabilmente il futuro dei dispositivi Android. Samsung ha rilasciato tre generazioni dei nuovi Galaxy Z Flip e Z Fold ed è attualmente leader di questo settore. Si prevede inoltre che anche Google rilascerà presto un dispositivo pieghevole, con il nome in codice “Passport”, ma i dettagli non sono sufficienti per fare un paragone.

Motorola torna alla ribalta con una nuova versione del famoso Razr pieghevole

Anche i dispositivi pieghevoli devono avere un senso da un punto di vista funzionale, oltre ad avere un design singolare. Nessuno dei dispositivi pieghevoli Samsung fornisce una ragione sufficiente per essere utilizzato più di un qualsiasi smartphone convenzionale, soprattutto a causa della difficoltà nel rendere le app conformi al fattore forma. Gli utenti non sanno ancora cosa vogliono che facciano i telefoni pieghevoli, spetta ai produttori capirlo.

Il mercato degli smartphone è in continua crescita. Nel 2022 si stima un aumento delle spedizioni di 1,35 miliardi, secondo IDC, ma sarà ostacolato dalla pandemia. “La carenza di semiconduttori sembra interessare tutte le aziende. Samsung, Oppo, Xiaomi sono stati tutti colpiti da questo fenomeno, quindi è difficile sapere con esattezza quanti dispositivi sarà possibile spedire nei prossimi mesi. Per il momento Apple sembra la più resiliente e la meno colpita dalla situazione”.