postepay

Gli italiani in questi ultimi giorni caratterizzati dalle classiche operazioni per lo shopping natalizio si sono affidati con sempre più frequenza alla Postepay. La carta di credito ricaricabile di Poste Italiane rappresenta una vantaggiosa soluzione sia per chi desidera effettuare acquisti nei negozi sul territorio sia per chi desidera effettuare acquisti online.

Tutti coloro che si servono di una Postepay devono però fare particolarmente attenzione ai tentativi di phishing che si annidano in rete. Le insidie sotto questo punto di vista continuano ad essere numerose.

 

Postepay, anche a Natale il rischio per i risparmi

I pericoli per gli utenti con la carta di credito ricaricabile arrivano principalmente dagli SMS e dalle mail spam. Attraverso dei messaggi con oggetti di grande impatto come la minaccia di chiusura del conto corrente o anche la fatturazione di spese non reali sulla carta ricaricabile, i malintenzionati cercano di spingere l’attenzione dei lettori  su appositi link in allegato.

Cliccando su questi link, gli utenti mettono in serio pericolo le loro informazioni personali. In caso di condivisione per le credenziali dell’home banking, inoltre, ci potrebbero essere rischi non da poco anche per la tutela dei propri risparmi.

Difendersi da questi messaggi è in alcuni casi semplice. Per quanto riguardano le mail, gli utenti possono verificare l’attendibilità della comunicazione, semplicemente controllando l’apposito dominio: se questo è speculare a quello Poste Italiane, la mail risulterà attendibile. Per una verifica adeguata dei possibili SMS truffa, invece, ci si può affidare alle direttive del call center ufficiale di Poste Italiane.