truffa TIM Casa

TIM propone alcune novità per le settimane a venire e per l’inizio del nuovo anno. Come ampiamente annunciato dagli stessi tecnici del gestore italiano, a breve partiranno le operazioni per la dismissione per le reti 3G. Il disegno del provider per l’eliminazione delle linee internet di vecchia generazione sta quindi per concretizzarsi.

 

TIM, la sostituzione delle SIM legate alla tecnologia 3G

La prova che sancisce l’addio definitivo di TIM alla tecnologia 3G è l’avviso con cui sono stati richiamati i clienti aventi a loro disposizione SIM con capacità minore di 128k. Costoro, infatti, a partire dal mese di gennaio dovranno sostituire le loro schede presso uno degli store ufficiali di TIM. L’operazione avrà un costo una tantum di 15 euro. 

L’eliminazione delle schede SIM con capacità inferiore a 128k è propedeutica a garantire a tutti i clienti delle SIM con capacità superiori, utili per navigare con le connessioni 4G e 5G. Il prezzo previsto per la sostituzione della SIM sarà rimborsato da TIM in credito residuo. Agli abbonati che dovranno impegnarsi a sostituire la scheda saranno inoltre garantiti come ulteriore compensazione anche consumi illimitati per le telefonate per un mese.

Solo ed esclusivamente i clienti che hanno SIM con capacità inferiori a 128k dovranno provvedere alla sostituzione della scheda. Costoro, infatti, in caso di mancata operazione non potranno più utilizzare i servizi di rete a partire dal prossimo mese di Aprile. Stante le cose, quindi, non sono previste novità per chi già utilizza una SIM dalla portata uguale o anche superiore ai 128k.