Lo scorso 21 dicembre 2021 alle ore 15.38, dopo trentotto minuti di asta, Claude Augutte ha chiuso la sua asta a Parigi e il primo SMS al mondo ha ora un nuovo proprietario.

Stiamo ovviamente parlando dell’asta messa in atto da Vodafone Italia, dove un acquirente anonimo si è aggiudicato il primo modello ad un prezzo di 107 mila euro, che Vodafone devolverà in beneficenza. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Vodafone vende il primo smartphone e dona il ricavo in beneficenza

Vodafone ha messo all’asta come token non fungibile (“NFT”) l’SMS trasmesso su rete Vodafone il 3 dicembre 1992, donerà il ricavato all’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati. L’asta è stata condotta a Parigi il 21 Dicembre 2021 da Aguttes, la prima casa d’aste indipendente in Francia, attiva nel mercato internazionale dell’arte e del lusso, si aspettava già di raccogliere offerte da tutto il mondo per questa vendita.

Maximilien Aguttes, responsabile dello sviluppo della casa d’aste Aguttes, ha affermato: “Il primo libro stampato, la prima telefonata, la prima email: tutte queste invenzioni hanno cambiato la nostra vita e la nostra comunicazione nel mondo. Questo primo SMS ricevuto nel 1992 è una testimonianza storica del progresso umano e tecnologico. Ha trasmesso un messaggio di gioia, “Buon Natale“.

Christian Schaake, Head of UNHCR’s Private Sector Partnerships Service, ha dichiarato: “La tecnologia ha sempre avuto il potere di innovare e cambiare il mondo. Attraverso questa combinazione di tecnologia innovativa e movimento per il bene sociale, l’UNHCR può continuare ad aiutare i rifugiati e le persone che sono state costrette a lasciare la loro casa, dando l’opportunità di trasformare le loro vite e costruire un futuro migliore per sé stessi, i loro cari e le comunità in cui vivono”.