Intesa Sanpaolo

I tentativi di truffe per i principali istituti di credito italiani rappresentano un’evenienza da non sottovalutare. Anche in questi giorni di Natale, molte persone cadono vittima dei messaggi di phishing diffusi per mezzo della rete. Attenzione particolare per i clienti di Intesa Sanpaolo e per le relative comunicazioni fasulle.

 

Intesa Sanpaolo, gli hacker all’attacco dei risparmi dei clienti

Attraverso le mail o anche attraverso gli SMS fasulli, i clienti di Intesa Sanpaolo vengono intercettati da malintenzionati della rete. In taluni casi, le truffe condivise con gli utenti dell’istituto di credito vengono inviate anche attraverso WhatsApp.

I malintenzionati hanno messo a punto un metodo oramai ben rodato per le loro truffe online: questo metodo presuppone la condivisione di un link in allegato ai messaggi. Per catturare l’interesse dei lettori e per spingere costoro a cliccare sull’apposito link, i cybercriminali inventano notizie di sana pianta come la chiusura unilaterale del conto corrente o la fatturazione non reale di spese su carta di credito o di debito.

Obiettivo dei malintenzionati è quello di accedere alle informazioni riservate delle potenziali vittime. Spesso e volentieri, proprio attraverso la ricezione dei dati sensibili, gli hacker riescono anche ad attivare servizi a pagamento sui piani tariffari TIM, Vodafone e WindTre delle vittime.

L’evenienza peggiore per i clienti di Intesa Sanpaolo, ad ogni modo, riguarda la tutela dei propri risparmi. Con la condivisione delle credenziali home banking, infatti, le vittime potrebbero perdere anche ingenti parti dei propri fondi sul conto corrente. Già molti episodi simili si sono verificati nelle scorse settimane.