Postepay: ancora una volta Poste Italiane finisce in un messaggio phishing

Utilizzare una Postepay può essere molto conveniente in questi giorni di shopping quasi frenetico, a causa della stagione natalizia. Sono sempre di più gli italiani che scelgono di affidarsi alla carta di credito ricaricabile di Poste Italiane per effettuare i tipici regali nei punti vendita sul territorio o anche attraverso i marketplace online.

I possessori di Postepay devono prestare comunque attenzione a quelle che potrebbero essere le insidie che si nascondono dietro questo strumento di pagamento. I tentativi di phishing da parte dei malintenzionati della rete sono dietro l’angolo.

 

Postepay, anche a Natale il rischio per i risparmi

Le comunicazioni fasulle della Postepay riguardano prevalentemente SMS e mail spam. Tanti malintenzionati inviano comunicazioni dal grande impatto inerenti la chiusura unilaterale del conto e la fatturazione di spese non reali.

L0obiettivo di cybercriminali resta quello di condurre tutti i lettori a cliccare su un apposito link in allegato. Seguendo il collegamento ipertestuale, le vittime mettono in serio pericolo le loro informazioni personali per una condizione del tutto automatica. Di pari passo, il rischio è anche per i risparmi: per mezzo della concisione dei dati home banking i cybercriminali potrebbero rubare in poco tempo tutti i soldi presenti sulla carta.

Per difendersi dalle truffe è necessario mettere in atto una serie di accorgimenti. Per la posta, ad esempio, basta verificare il dominio: se questo è speculare a quello Poste Italiane, la mail risulterà attendibile. Per gli SMS, invece, ci si può affidare alle direttive del call center ufficiale di Poste Italiane.