Tim

TIM conferma in maniera ufficiale le indiscrezioni che si erano alternate nel corso di queste ultime settimane. Il provider italiano, infatti, sta per far partire il suo processo di dismissione per le reti 3G. Nel corso dei prossimi mesi, gli abbonati non potranno più utilizzare le reti internet di vecchia generazione.

 

TIM, la sostituzione delle SIM legate alla tecnologia 3G

A sancire l’addio definitivo di TIM al 3G è un’operazione che partirà a stretto giro. Gli utenti che hanno a loro disposizione una SIM con capacità minore di 128k dovranno effettuare un cambio di scheda con una SIM di nuova generazione. Il cambio avverrà negli store ufficiali del gestore. ed avrà un costo di 15 euro. 

Eliminando le SIM con capacità inferiore a 128k, TIM elargirà così a tutti gli abbonati delle SIN con capacità superiori a 128k per assicurare a tutti i clienti la possibilità di navigare con le connessioni 4G e 5G. Il costo previsto per la sostituzione della scheda, i già citati 15 euro, sarà poi rimborsato in forma di credito residuo. I clienti interessati da questo cambio avranno inoltre consumi illimitati per le telefonate per un mese.

L’atto di sostituzione riguarda esclusivamente i clienti di TIM con SIM inferiore a 128k. In caso di mancato cambio, costoro a partire da Aprile 2022 saranno inabilitati a sfruttare i servizi di rete. Ad oggi, invece, non sono previste ulteriori operazione per quell’ampia fascia di clienti che già può beneficiare di una SIM dalla portata uguale o anche superiore ai 128k.