la casa di carta

Di sicuro la mancanza di Arturo Roman, personaggio celebre de La Casa di Carta, non si è fatta sentire nella seconda parte. Nonostante ciò, molti si sono accorti di questa mancanza, cosa che nella prima metà dell’ultima stagione non è di certo accaduta. Di fatto, l’ex direttore della Zecca di Stato è stato a capo di ogni ribellione da parte degli ostaggi, tanto da provocare problemi di non poco conto per la banda capitanata dal Professore.

Infatti, a causa dei suoi tentativi di “fare l’eroe”, purtroppo Monica è stata costretta a sparargli. Per chi ha visto la serie, saprà sicuramente che “Arturito” è stato portato d’urgenza fuori dall’edificio in barella, provocando in Stoccolma un grandissimo senso di colpa per aver ucciso il padre di suo figlio.

 

La Casa di Carta 5: il racconto di Enrique Arce in un intervista

Fortunatamente per Stoccolma, Arturito si è salvato ed è ancora vivo, come abbiamo visto nella seconda parte. Tuttavia, il personaggio non viene inserito in nessuna scena. Ciò è stato spiegato da colui che interpreta il personaggio, Enrique Arce, il quale durante un’intervista ha spiegato che alcune scene dove lui presenziava sono state eliminate in fase di montaggio:

“Nel decimo episodio, Arturo doveva avere un ruolo molto importante ma alla fine gli sceneggiatori hanno scritto molto ed eliminato delle cose. La parte in cui era presente è scomparsa. Ecco perché non ho potuto partecipare a questa giornata meravigliosa e alla festa d’addio dei miei colleghi“, ha spiegato Arce.