google-sospendera-dipendenti-non-vaccinati-licenziati-collaborano

Le aziende con ‘100 o più dipendenti’ devono ‘assicurarsi che tutto il loro personale sia completamente vaccinato o che venga sottoposto a test per COVID-19 almeno una volta alla settimana’, secondo un recente ordine esecutivo della Casa Bianca. I dipendenti devono essere vaccinati entro il 4 gennaio.

In risposta all’ingiunzione, Google ha inviato un documento – visionato dalla CNBC – che delinea i suoi preparativi per rispettare l’ordine con il personale alla sede di Mountain View. Secondo la CNBC, il 18 dicembre Google inizierà a contattare il personale non registrato e a richiedere la prova dell’immunizzazione. I dipendenti non vaccinati che non hanno ricevuto un’esenzione medica riceveranno 30 giorni di ‘congedo amministrativo retribuito’ il 18 gennaio, seguiti da sei mesi di ‘congedo personale non retribuito’ con benefici completi per i primi tre mesi.

Google rispetterà le norme emanate dalla casa bianca

Se il dipendente continua a rifiutarsi di collaborare, Google interromperà il rapporto di lavoro. I lavoratori le cui posizioni non richiedono affatto di entrare in ufficio possono essere autorizzati a ‘lavorare in modo permanente in remoto andando avanti’, ma la maggior parte dovrebbe tornare tre giorni alla settimana.

Questa norma è stata implementata negli uffici di Google negli Stati Uniti e la società afferma che si estenderà agli uffici di altri paesi ‘quando le normative locali lo consentiranno’. L’ordine esecutivo è attualmente impugnato in tribunale e potrebbe essere annullato dalla Corte Suprema, causando l’interruzione dei preparativi di Google. Molti dipendenti di Google rimarranno non vaccinati a meno che non ci sia un motivo legale.

La CNBC ha ricevuto un manifesto interno firmato da almeno 600 dipendenti di Google, che esprimeva la loro insoddisfazione in merito. Dati i 140.000 dipendenti di Google, le persone che hanno firmato quel documento rappresentano una piccola percentuale della forza lavoro dell’azienda; tuttavia, anche un piccolo numero di dipendenti non vaccinati potrebbe mettere a repentaglio i vari contratti federali dell’azienda in caso di mancato rispetto, nonché aumentare il rischio di future epidemie di COVID-19 nel campus di Google.