truffe unicredit

Mesi di paura per i clienti di Unicredit e Intesa Sanpaolo, nel mirino dei cybercriminali. Secondo Bitdefender Antispam Lab, una tecnologia di difesa che rileva i messaggi di spam, ci sara’ un incremento di numerose truffe per i correntisti in questi mesi. L’ultima ondata di pishing è stata rilevata tra il 20 e il 30 giugno ma è solo l’inizio di continui tentativi di truffa.

Nei prossimi giorni assisteremo a una nuova ondata che coinvolgerà i correntisti Intesa Sanpaolo e Unicredit con l’home banking. I ricercatori di Bitdefender Antispam Lab sono fiduciosi che arriveranno truffe e avvertono che “i criminali informatici torneranno senza dubbio a sfruttare altre banche nelle prossime settimane“.

Aggiungono poi che i tentativi di truffe potrebbero arrivare sotto forma di e-mail con contenuti che richiedono di reimpostare la password o avvisano di possibili frodi. Lo scopo dei criminali informatici è violare le credenziali di accesso all’account corrente e trovare informazioni sull’account. Sono attacchi, secondo i ricercatori, che mirano a spaventare le vittime non lasciando loro il tempo di pensare ma spingendole a un’azione frettolosa.

Cosa significa phishing

Con phishing si intende quella truffa informatica effettuata principalmente tramite sms o e-mail per sottrarre account e dati personali ai titolari degli account e poter così accedere agli account. L’identificazione a volte non è facile in quanto le e-mail assomigliano notevolmente a quelle originali di banche come Unicredit o Intesa Sanpaolo.

Il contenuto è allarmante, parla di frodi, della necessità di accedere a un link per modificare la password di accesso o di problemi di vario genere che potrebbero causare il blocco dell’account. Il cliente spaventato agirebbe così senza pensare e seguirebbe la procedura indicata. È fondamentale ricordare che nessuna banca richiederebbe l’inserimento totale dei dati personali online e che è sempre meglio verificare l’attendibilità del contenuto rivolgendosi direttamente alla filiale di fiducia. In questo modo il tuo account sarà protetto e l’ondata di truffa non farà paura.