canone rai

Stanno per arrivare importanti novità per gli italiani e per il pagamento del canone RAI. Dopo le indiscrezioni lanciate in estate, in occasione del varo per il Decreto Sostegni Bis, in queste ultime settimane il Governo ha affrontato il tema spinoso del tributo per la tv pubblica.

 

RAI, presto l’addio del canone alle bollette

Con il Decreto Concorrenza, già emendato in Consiglio dei Ministri ed ora al vaglio del Parlamento, si apre uno scenario interessante per tutti i cittadini italiani: la cancellazione del canone RAI dalle bollette per le forniture energetiche.

Il canone a breve potrebbe essere eliminato delle bollette per la luce, come da richiesta dell’Unione Europea. Con l’adesione dell’Italia al programma del PNRR europeo, il Governo deve adattarsi alle informative dell’UE e della sua richiesta di massima trasparenza per il pagamento di componenti aggiuntive alle bollette delle forniture domestiche.

Il varo del Decreto Concorrenza non dovrebbe portare a novità immediate, ma soltanto in prospettiva. Nel 2022, quindi, gli italiani continueranno a pagare regolarmente il canone in bolletta. Novità invece potrebbero essere previste a partire dal 2023.

La presenza del canone RAI sulle bollette della luce risale allo scorso 2015, con la riforma pensata dal Governo Renzi. Il prezzo del canone sulle forniture energetiche domestiche è ancora oggi di 90 euro. Ai contribuenti è però garantita la possibilità di dilazionare il pagamento del tributo in dieci rate annuali.

La presenza del canone Rai in bolletta ha fatto crollare l’evasione ed ha garantito alla tv di Stato un indotto da 1,3 miliardi di euro ogni anno.