Fisco

Il Fisco ha ripreso a pieno regime le sue attività in Italia. Ciò significa che anche le operazione per l’invio delle cartelle esattoriali sono ripartite. I cittadini che hanno pagamenti in sospeso nei confronti della Pubblica Amministrazione, nel corso delle settimane a venire saranno chiamati a risanare la loro posizione fiscale.

 

Fisco, da qui a Natale milioni di cartelle esattoriali agli italiani

Il pagamento delle cartelle esattoriali è ufficialmente ripreso a partire dal mese di Settembre. L’ultima proroga concessa dal Governo, in occasione dell’emergenza Covid, ha avuto come sua data ultima quella del 31 Agosto. Già nel corso delle precedenti settimane tanti cittadini hanno ricevuto le prime cartelle esattoriali.

La decisione di bloccare il pagamento delle cartelle esattoriali è nata in ottemperanza alla grave situazione economica legata al Covid. La misura ha portato ad un’agevolazione sia per i cittadini privati sia per i professionisti con attività registrata e Partite IVA.

Anche a causa dello stop per la pandemia, allo stato attuale il Fisco ha ben 50 milioni di cartelle esattoriali da inviare nelle case degli italiani nei prossimi mesi. I cittadini morosi nei confronti della Pubblica Amministrazione sono invece ben 9 milioni.

L’Agenzia delle Entrate ha deciso di dilazionare il suo lavoro. Almeno in questa prima fase e sino al Natale, il Fisco invierà 4 milioni di cartelle esattoriali nelle case degli italiani. Il restante quantitativo di tasse sarà inviato nel corso del primo semestre del 2022. I cittadini che ricevono le cartelle esattoriali avranno 180 giorni per procedere al pagamento e non più 30 giorni.