Sembrerebbe ormai arrivato il via libera: 1,5 milioni di dosi pediatriche sono pronte all’arrivo in Italia e riguarderanno i bambini nella fascia dai 5 agli 11 anni. Il vaccino contro il Covid riguarderà anche i più piccoli e lo farà a partire dal prossimo 16 dicembre. Intanto le parole da parte dell’amministratore delegato di Pfizer non lasciano tranquilli in merito al vaccino in generale: “Serviranno richiami per diversi anni,  lavoriamo a sviluppo per Omicron, può essere pronto in 100 giorni“.

Ad annunciare l’arrivo delle dosi è stato Figliuolo:

Con la recente approvazione dell’Aifa sull’utilizzo del vaccino per la fascia di età 5-11 anni, la Struttura Commissariale ha programmato la distribuzione a dicembre di 1,5 milioni di dosi pediatriche di vaccino mRna-Pfizer. Le dosi rappresentano una prima tranche che sarà poi integrata a gennaio e saranno rese disponibili a partire dal 15 dicembre, in modo che tutte le strutture vaccinali delle Regioni e Province autonome, saranno in grado di procedere alla vaccinazione dei bambini a partire dal giorno 16 dicembre“.

 

Covid e vaccino per i bambini: le evidenze scientifiche invitano alla somministrazione

Secondo uno studio portato avanti su 3000 bambini, con una dose su tre il vaccino riuscirebbe a tenersi efficace senza problematiche ma solo con un po’ di febbre e mal di testa. Questo è quanto riferito da Patrizia Popoli, presidente della commissione tecnico scientifica dell’Aifa. Ecco poi anche altre info: “Il Covid nei bimbi non è sempre blando, c’è ad esempio la sindrome infiammatoria multisistemica e questa può essere grave. Sei bambini su 1000 finiscono in ospedale. C’è un rischio“.