Una serie di novità sono in arrivo proprio in questa parte conclusiva del 2021 per gli utenti di TIM. Il provider italiano conferma i rumors e le voci delle precedenti settimane e si prepara a far partire le operazioni per la dismissione per le reti 3G. Con una scelta di campo esplicita, il gestore nel futuro a medio e lungo termine punterà quindi sempre di più sulle tecnologie del 4G e del 5G.

 

TIM, addio alle vecchie SIM con il 3G

L’annuncio relativo all’addio del 3G già è arrivato a migliaia di utenti. Tanti abbonati di TIM, a tal proposito, sono stati invitati a modificare quanto prima le SIM con capacità minore di 128k, quelle che garantivano connessione esclusiva con la vecchia tecnologia.

I clienti interessati a questo provvedimento dovranno recarsi quindi presso gli store ufficiali del gestore e richiedere una nuova SIM. Il costo per la sostituzione della scheda sarà di 15 euro. 

I tecnici di TIM garantiranno a tutti gli abbonati una nuova SIM, propedeutica per le connessioni 4G e 5G. Il costo sostenuto in sede di sostituzione della SIM sarà poi rimborsato a tutti gli abbonati in forma di credito residuo.

Tutti gli abbonanti che non procedono con il cambio delle loro SIM dalla capacità inferiore a 128k a partire dal prossimo Aprile 2022 non potranno più beneficiare dei servizi di rete. Nessun genere di cambiamento è invece previsto per i clienti che hanno già una SIM uguale o inferiore a 128.

A garanzia degli abbonati che effettuano il cambio SIM, in via promozione TIM assicura anche consumi illimitati per le telefonate per un mese.