Nokia-9-PureView-Android-11
No, Nokia9 PureView non riceverà Android 11

Da quando HMD Global ha ereditato la pesante storia di Nokia da Microsoft, ai clienti sono stati promessi aggiornamenti precisi e tempestivi, per un periodo di due anni. Ad oggi, tra alti e bassi, l’azienda finlandese è riuscita a mantenere le promesse. Ma non per il suo flagship, Nokia 9 PureView.

Nonostante avesse assicurato l’arrivo di Android 11 nel terzo trimestre del 2021, HMD Global ha oggi dichiarato pubblicamente di non aggiornare lo smartphone. Il che é paradossale, visto che parliamo di un flagship le cui specifiche tecniche rimangono, dopo un anno, importanti.

 

Perché HMD Global non aggiorna ad Android 11 il Nokia 9 PureView

Sulla pagina ufficiale dello smartphone, Nokia Mobile ha giustificato il mancato aggiornamento a causa di “Incompatibilità tra la fotocamera e il software“. E non é la prima volta che Nokia riscontra problemi con la fotocamera del device, in virtù del fatto che sin dalla sua uscita, non é stata mai aggiornata.

“I telefoni Nokia mirano a offrire la migliore esperienza possibile su smartphone, giorno dopo giorno. È qualcosa di cui siamo orgogliosi. Ecco perché abbiamo dovuto fare la scelta difficile di non offrire l’aggiornamento software Android 11 per Nokia 9 PureView. Le incompatibilità tra la fotocamera e il software avrebbero portato a un’esperienza compromessa che non soddisfa i nostri standard elevati.”

Nonostante il mancato arrivo di Android 11, la società ha rassicurato i suoi utenti, che continueranno a ricevere aggiornamenti di sicurezza. E come contentino, gli attuali possessori del telefono oggetto dell’articolo riceveranno uno sconto del 50% sul Nokia XR20 o su altri smartphone della serie X, in base al Paese di provenienza.

Commercializzato con Android 9, Nokia 9 PureView rimane un top gamma a tutti gli effetti, data la presenza di un chipset Snapdragon 845 octa core con GPU Adreno 630, display P-OLED da 5,99 pollici, 6GB di RAM e 129GB di storage interno UFS 2.1. Non ci resta dunque che sperare nella community di sviluppatori indipendenti, magari con una custom ROM che possa portare l’ultima esperienza Android a bordo di questo smartphone.