IPTV: la Guardia di Finanza ferma 240 persone in Italia, multe fino a 1000 euro

Lo streaming IPTV è ancora oggi una soluzione molto praticata in Italia, soprattutto dagli appassionati di calcio. Con la divisione dei diritti televisivi tra DAZN, Sky e Amazon Prime Video, per seguire la loro squadra del cuore gli italiani sono chiamati ad attivare multipli abbonamenti alle tv a pagamento. L’IPTV rappresenta, sotto questo punto di vista, una soluzione al risparmio.

 

IPTV ed i grandi rischi con DAZN e Sky gratis

Lo streaming illegale garantisce infatti l’unione di tutti i contenuti a pagamento tra DAZN, Sky ed Amazon Prime Video con costi da vero e proprio ribasso. Il beneficio economico di questa tecnologia deve essere però comparato anche con i possibili rischi.

Le sanzioni amministrative per i trasgressori sono davvero considerevoli e possono portare ad una multa sino a 30mila euro. In alcuni casi, inoltre, per le recidive è anche prevista la reclusione dai sei mesi a tre anni.

Le truffe rappresentano poi un ulteriore faccia della medaglia per l’IPTV. In rete non sempre le chat che promuovono lo streaming illegale sono veritiere. Molti utenti sono stati attirati su WhatsApp da offerte allettanti per la tv streaming. Dopo aver pagato degli abbonamenti, però, costoro non hanno ricevuto alcun servizio in cambio.

Lo streaming illegale IPTV è in alcune circostanze anche legato alla tecnologia dei canali VPN. Di per sé, la tecnologia è legale e rappresenta uno strumento consigliassimo e facile da usare per qualsiasi utente per navigare protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.