Gli smartphone al giorno d’oggi sono considerati degli strumenti a dir poco indispensabili, la loro profonda integrazione a livello sociale li ha portati a consentirci di fare numerosi tipi di addizioni, da quelle più banali come guardare una serie TV Fino a quelle più importanti come gestire il nostro conto in banca.

Tutto ciò li porta nell’arco delle giornate a far transitare un quantitativo di dati decisamente considerevole, i quali andandosi a salvare all’interno delle memorie possono nel tempo portare lo smartphone a sottrarsi e quindi al mostrare un evidente calo di prestazioni.

Si tratta di una dinamica fisiologica che però nel tempo può risultare fastidiosa soprattutto se magari il nostro device non è dotato di un quantitativo di memoria importante.

PPuò dunque nascere il desiderio di riportare lo smartphone ai vecchi splendori che lo hanno caratterizzato subito dopo l’acquisto, se questo è il vostro caso eccovi come fare.

 

Come ripulire lo smartphone

Se dunque desiderate ripulire completamente il vostro smartphone, la procedura è molto semplice, innanzitutto rimuovete SD card e sim, dopodiché spegnete lo smartphone.

Una volta fatto riaccendete l’ho tenendo premuta la combinazione tasti Power e volume più, in tal modo accederete al recovery New, all’interno di quest’ultimo spostandomi usando i tasti volume, recatevi presso le sezioni wipe data factory reset e wipe dalvik cache, confermando usando il tasto Power.

Così facendo lo smartphone ritornerà ad uno stato poco dissimile da quello che era presente quando si trovava all’interno della confezione, andando dunque di eliminare ogni personalizzazione e ogni dato in eccesso non utile.