Il colosso di Cupertino Apple è nuovamente il produttore di smartphone ad aver venduto più unità in Cina, a sei anni dall’ultima volta, sicuramente non è passato poco tempo dall’ultima volta che ha visto la vetta.

Secondo gli ultimi dati di Counterpoint Research, grazie ad iPhone 13 le vendite di Apple in Cina sono cresciute del 46% su base mensile, superando di gran lunga tutti i rivali. Scopriamo insieme maggiori dettagli.

 

Apple riconquista il primato di produttore di smartphone in Cina

Commentando questo risultato, il direttore della ricerca Tarun Pathak ha dichiarato: “A partire dal declino di Huawei, la posizione di vertice in Cina è cambiata spesso. OPPO è diventato il numero 1 nel gennaio 2021 mentre vivo ha raggiunto la prima posizione nel marzo 2021. Le dinamiche di mercato sono cambiate ad ottobre con Apple che è diventata il nuovo OEM numero 1 per la prima volta da dicembre 2015. Questo risultato è stato guidato dal successo della gamma iPhone 13, che in Cina è stata lanciata a prezzi più economici rispetto agli iPhone 12.

Apple, con la sua forte brand equity, sta ottenendo il massimo dal buco lasciato da Huawei nel segmento premium. Apple avrebbe potuto guadagnare di più se non fosse stato per le carenze di chip, soprattutto per le versioni Pro. Tuttavia, Apple gestisce la sua catena di approvvigionamento meglio di altri OEM“. La carenza di componenti sta infatti provocando ritardi di 4-5 settimane nelle spedizioni di iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max in Cina, rallentando quindi le vendite.

Nel complesso, il mercato cinese è cresciuto lentamente durante tutto l’anno e la crescita di Apple è un segnale molto positivo per l’azienda, indicando che gli utenti in Cina stanno cercando di acquistare più dispositivi di fascia alta rispetto al passato.