Nvidia ha recentemente annunciato che prossimamente vedremo l’arrivo sul mercato di una nuova versione della RTX 2060, la quale a bordo monterà ben 12Gb di VRAM al posto dei classici 6Gb, dunque un raddoppio della memoria a disposizione.

Ovviamente bisognerà attendere per vedere materializzata questa scheda, un dettaglio che a quanto pare non è andato proprio giù ad un modder russo il cui nick è VIK-on, il quale ha dunque deciso di imbarcarsi in una nuova avventura, ove armato di saldatori e componenti, ha deciso di ampliare la memoria della sua RTX 2060 manualmente fino ai tanto discussi 12Gb.

 

Le modifiche alla scheda

Dunque la scheda video è stata modificata per funzionare con 12Gb di memoria al posto dei classici 6Gb, per farlo il modder ha letteralmente sostituito i moduli di VRAM con altri di capacità doppia presi da alcuni notebook (Samsung K4ZAF325BM-HC14 da 2 GB) e con un bus di memoria sovrapponibile di 14Gbps, ottenendo un risultato strabiliante, infatti la scheda è sta riconosciuta dai maggiori software come GPU-Z, che ha effettivamente accettato ben 12288Mb di memoria VRAM.

Il dettaglio interessante riguarda il fatto che generalmente queste mod sono molto rare dal momento che le GPU supportano solo specifici modelli di VRAM, compatibilità che nella stragrande maggioranza dei casi non vengono dichiarate dalle case produttrici.

Messa alla prova con il mining di Ethereum, la scheda ha comunque mostrato delle prestazioni molto simili a quella originale, prova che dunque la memoria maggiore (o inferiore) non cambia drasticamente le prestazioni, sebbene sia ovvio che per alcuni software che magari ne richiedono decisamente di più il risultato possa essere decisamente diverso.